Puglia: mamma di 41 anni muore di covid perché l’ospedale non è attrezzato. Lascia bimbo di 14 mesi

Nov 21, 2020 | Attualità | 0 commenti

Puglia: mamma di 41 anni muore di covid perché l’ospedale non è attrezzato.
  • Facebook
  • Twitter
  • Gmail

La Puglia non è attrezzata

Iscriviti al nostro canale telegram per restare aggiornato in tempo reale, clicca qui

Segui la nostra pagina facebook e resta sempre aggiornato, clicca qui

Il dottore: non abbiamo gli strumenti

 

Aveva febbre e tosse da una settimana, è morta giovedì, a 41 anni, dopo aver contratto il Covid. Antonella Abbatangelo, 41 anni, di Trani, mamma di un bimbo di 14 mesi, è deceduta nell’ospedale Dimiccoli di Barletta dopo un ricovero di cinque giorni. Ma prima aveva atteso 11 ore per essere accettata al Pronto soccorso. Il giorno precedente inoltre era stata rimandata a casa dal Pronto soccorso di Trani, dove era andata perché non si sentiva bene. 

Il cardiologo: “Ci mancano strumenti e personale” – La storia di Antonella è stata raccontata dal “Corriere del Mezzogiorno” di Bari, che precisa che la donna non soffriva di particolari patologie. Sulla vicenda interviene un cardiologo, Peppe Carpagnano, in servizio nello stesso ospedale in cui la donna è morta. Sui social il medico scrive che “dopo un turno notturno di 12 ore” torni “a casa distrutto” e ti arriva il messaggio del collega per informarti che la paziente di cui gli hai parlato è deceduta”. Il cardiologo sottolinea che “non abbiamo personale e strumenti adeguati” e “probabilmente sono state le misure inefficaci pe contrastare il virus ad ucciderla”. 

 

Fra Trani e Barletta – Secondo la ricostruzione del quotidiano la donna, dopo una settimana in cui i sintomi del contagio si facevano sempre più evidenti, era stata accompagnato dai familiari al Pronto soccorso di Trani, che non sarebbe attrezzato per curare i malati Covid. Da qui la donna è stata rimandata a casa. L’indomani i familiari hanno contattato il medico di riferimento, che le ha consigliato di andare al Pronto soccorso di Barletta dove, dopo un’attesa durata 11 ore, la donna è stata ricoverata. Per alcuni giorni i familiari sono riusciti ad avere solo notizie frammentare sulle sue condizioni di salute, fino alla telefonata di giovedì che comunicava la morte. 

 

Fonte, clicca qui

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Share This