Covid, Taranto: bollettino da brividi. 211 casi nel tarantino, impennata preoccupante.

Gen 5, 2021 | Attualità | 0 commenti

Covid: se entro domenica non calano i casi sarà lockdown generale
  • Facebook
  • Twitter
  • Gmail

Situazione preoccupante

Iscriviti al nostro canale telegram per restare aggiornato in tempo reale, clicca qui

Segui la nostra pagina facebook e resta sempre aggiornato, clicca qui

Divieti di questi giorni aggirati senza problemi

 

Taranto si riscopre un focolaio preoccupante. 

I dati di oggi parlano di 211 casi che se paragonati all’inizio dell’estate fanno rabbrividire se si pensa che siamo in una città che vive altre realtà legate alle malattie molto gravi.

L’Amministrazione è completamente assente, intenta a copiare tutti i provvedimenti della Regione che tardano ad arrivare. 

infatti siamo al pomeriggio del 5 gennaio e ancora non sappiamo se le scuole apriranno.

Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano sulla base delle informazioni del direttore del dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro, informa che oggi martedì 5 gennaio 2021 in Puglia, sono stati registrati 10273 test per l’infezione da Covid-19 coronavirus e sono stati registrati 1.081 casi positivi: 386 in provincia di Bari, 88 in provincia di Brindisi, 172 nella provincia BAT, 109 in provincia di Foggia, 111 in provincia di Lecce, 211 in provincia di Taranto, 9 residenti fuori regione. 5 casi di provincia di residenza non nota sono stati riclassificati ed attribuiti.

Sono stati registrati 14 decessi: 6 in provincia di Bari, 1 in provincia di Brindisi, 2 in provincia di Foggia, 5 in provincia di Taranto.

Dall’inizio dell’emergenza sono stati effettuati  1.075.382 test.

39235 sono i pazienti guariti.

53580 sono i casi attualmente positivi.

Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 95365, così suddivisi:

36.936 nella Provincia di Bari;

10.890 nella Provincia di Bat;

6.904 nella Provincia di Brindisi;

20.938 nella Provincia di Foggia;

7.449 nella Provincia di Lecce;

11.618 nella Provincia di Taranto;

536  attribuiti a residenti fuori regione;

94  provincia di residenza non nota.

I Dipartimenti di prevenzione delle Asl hanno attivato tutte le procedure per l’acquisizione delle notizie anamnestiche ed epidemiologiche, finalizzate a rintracciare i contatti stretti.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Share This